Pier Paolo Pasolini. La lunga strada di sabbia
Title:      Pier Paolo Pasolini. La lunga strada di sabbia
Categories:      Saggistica & Critica
BookID:      43
Authors:      Philippe Séclier
ISBN-10(13):      8869655415
Publisher:      Contrasto
Publication date:      2014-10-30
Number of pages:      199
Owner Name:      Super User
Owner Email:      webmaster@fotolibri.it
Language:      Italian
Price:      21.17 EUR
Rating:      0 
Picture:      cover           Button Buy now Buy now
Description:     

La nuova edizione restituisce al lettore la possibilità di sfogliare il reportage che Pasolini realizzò nell'estate del 1959 come inviato speciale della rivista "Successo", quando lo scrittore percorse tutta la costa italiana da Nord a Sud, al volante di un Fiat Millecento. "Successo" pubblicò alcuni estratti del lungo lavoro di Pasolini dalle spiagge della nostra penisola in tre numeri speciali, accompagnandolo con le foto che al tempo realizzò Paolo di Paolo. I testi sono stati riportati integralmente per la prima volta nel libro che si distingue anche per la riproduzione del dattiloscritto autentico, e per le immagini che il fotografo francese Philippe Séclier ha realizzato a quaranta anni di distanza (nel 2001). Seclier ha ripercorso la stessa "lunga linea di sabbia" narrata dal grande autore italiano, ritrovando tracce, immagini e memoria del grande scrittore e del suo memorabile ritratto dell'Italia.
La lunga strada di sabbia è uno dei primi reportage che si è concentrato sul concetto di vacanza in un'Italia, quella del 1959, che ormai si era lasciata alle spalle il dopoguerra e cominciava ad assaporare il gusto del boom economico, dove la "vacanza al mare" era diventata per la prima volta un fenomeno di massa. Nel suo lungo viaggio Pasolini conosce e racconta gli italiani sorpresi sulle spiagge della Versilia, come in quelle dell'Adriatico o della Sicilia. Un documento unico per tornare a conoscere, a quasi quarant'anni dalla sua morte, l'arte di un grande scrittore e intellettuale e riscoprire il forte legame che lo univa al nostro paese.

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altro modo acconsenti all'uso dei cookie.